Ed ecco la mia "orchestra" : 
  • KORG Wavestation : è stato il mio primo sintetizzatore professionale, dopo una CASIO HT6000, altro strumento interessante lowcost.
  • YAMAHA DX7IID E!Grey Matter : sintetizzatore mitico degli anni '80, rappresenta tuttora una fonte inesauribile di sonorità particolari e inconfondibili
  • KORG NS5R : modulo sonoro dalle sonorità avvolgenti e adatto per caldi tappeti di pads.
  • E-MU Proteus FX : modulo acquistato per poter supplire alla mancanza di sonorità pianistiche. Un concentrato di ottimi campioni (per l'epoca) e una particolare modalità di sintesi.
  • YAMAHA TG55 : modulo dalle sonorità decisamente vintage, con qualche preset molto evocativo.
  • ROLAND JD990 : non poteva mancare anche un pezzo di questa altra nota casa giapponese. Modulo potente nell'estensione sonora, recentemente munito dell'espansione che raccoglie alcune interessanti sonorità vintage.
  • WALDORF MICRO Q : si tratta del modulo più recente come tecnologia. Anch'esso, come il DX7, non facile da domare e proprio per questo sa dare molte soddisfazioni nella ricerca sonora.
  • YAMAHA CS1X : tastiera meccanicamente non eccelsa ma il motore a bordo rappresenta una fonte molto ampia di sonorità vintage e utilizzabili. Dato anche il peso (6 kg) è un'ottima tastiera "da prove".
  • ROLAND RD150 : pianoforte digitale (stage piano) dalla meccanica assai fedele all'acustico. Sonorità altrettanto buone. Lo acquistai per poter studiare senza disturbare, ma la sua sonorità la uso spesso anche in miei brani.
  • LEXICON MPX100 : unità ad effetti adatta per arricchire le sonorità di quei sintetizzatori (come la DX7) privi di una propria unità effetti. 
  • KORG LEGACY COLLECTION : interessante rievocazione dei mitici synth analogici e ibridi della KORG in formato VST/Software. Ulteriori strumenti per arricchire l'ispirazione.
  • PAIA T-Max : Theremin in kit.

 
 
  Site Map